Parere del medico

AFFIDATI A CHI DI SALUTE SE NE INTENDE.

Carin ha il sostegno della comunità scientifica
specializzata in riabilitazione del pavimento pelvico.

Come I-Tech Medical Divion da sempre assistiamo i medici e i professionisti della salute attraverso studi clinici di valore internazionale e un costante impegno nella ricerca e nella formazione specifica sulle tecniche terapeutiche.
Al congresso della Società Internazionale di Pelvi-Perineologia, tenutosi a Treviso dal 6 al 8 ottobre 2019, è stato presentato uno studio pilota con pazienti che soffrono di incontinenza urinaria, che prevede l’utilizzo di Carin, da parte dell’equipe riabilitativa dell’Unità Operativa di Riabilitazione Specialistica dell’Ospedale “Luigi Sacco” di Milano, guidata dalla Dott.sa Lucia Castelli, responsabile dell’ambulatorio di riabilitazione del pavimento pelvico, e il Dottor Fabrizio Gervasoni, medico fisiatra.
Nell’intervista che presenta il progetto, che puoi vedere completa qui sotto, il Dottor Fabrizio Gervasoni ha motivato la scelta di affidarsi a Carin per un nuovo approccio al problema delle perdite urinarie femminili.

È quindi grazie a un sensore
 così piccolo, che è possibile inquadrare al meglio il vostro problema di incontinenza e, con gli esercizi proposti dall’app, iniziare ad avere
 un miglioramento.

È quindi grazie a un sensore
 così piccolo, che è possibile inquadrare al meglio il vostro problema di incontinenza e, con gli esercizi proposti dall’app, iniziare ad avere
un miglioramento.

"Noi dall'ospedale riusciamo a vedere i loro risultati."

LEGGI L'ESTRATTO DELL'INTERVISTA

200 milioni di donne nel mondo soffrono di incontinenza urinaria, 1 donna su 3 sperimenta questo problema spesso dopo la nascita di un figlio. I dispositivi assorbenti possono aiutare a controllare il problema, ma non sono una soluzione. Anche la chirurgia e il trattamento fisioterapico possono aiutare a risolvere il problema, ma possono avere tempi e costi elevati.

Abbiamo quindi pensato a una soluzione che potesse avere un costo contenuto, e che potesse aiutare le donne all’interno della loro casa. Abbiamo ideato quindi dei pelvic floor trainer, dei piccoli sensori Bluetooth, che vengono posizionati in un apposito slip. Grazie a questo sensore, dentro lo slip, è possibile monitorare su un’app, sullo smartphone, tutti gli episodi di incontinenza urinaria durante la giornata.

L’app poi vi presenta alcune notifiche, ricordandovi di fare 10 minuti di esercizi per allenare il pavimento pelvico, guidati da dei video educazionali, che troverete nel vostro smartphone.
[…]

All’interno di questo piccolo sensore, oltre alla possibilità di rilevare gli episodi di incontinenza, ci sono degli accelerometri, ossia dei sensori che registrano il movimento. In questo modo siamo in grado di capire se quegli episodi di incontinenza, sono collegati al vostro movimento. Quindi se fate sport, se avete un colpo di tosse, se state salendo le scale, il sensore lo registrerà e ci farà capire se in quel preciso momento accade qualcosa che non dovrebbe accadere.

È quindi grazie a un sensore così piccolo, che è possibile inquadrare al meglio il vostro problema di incontinenza e, con gli esercizi proposti dall’app, iniziare ad avere un miglioramento.
Dopo di che il medico valuterà se è necessario proseguire il trattamento fisioterapico, accompagnati da un fisioterapista, monitorati da un medico, oppure se il trattamento domiciliare, trasmettendo i dati tramite tele-riabilitazione, può essere per voi una soluzione
[…]”

Goditi il tuo tempo senza perderti più nulla.

Acquista ora